BUONI MENSA ELETTRONICI E CIBI BIO NELLE SCUOLE DI MERETO DI TOMBA

Con l’avvio dell’anno scolastico 2016/2017 il buono pasto “cartaceo” sarà sostituito dal buono pasto elettronico nelle scuole di Mereto di Tomba.

“L’introduzione dei buoni mensa elettronici, spiega la consigliera delegata all’istruzione Paola Fabello, ”è una risposta dell’amministrazione comunale al bisogno delle famiglie di velocizzare e semplificare le operazioni connesse ad uno dei servizi fondamentali legati al mondo della scuola come quello della somministrazione dei pasti ai propri figli, rispetto ai quali abbiamo sempre cercato di garantire un servizio di qualità valorizzando la cottura dei pasti in loco per entrambi i plessi scolastici di Pantianicco e Tomba di Mereto, l’utilizzo di prodotti di alto livello con particolare attenzione al biologico e il monitoraggio periodico attraverso la figura di un tecnologo alimentare”.

 
Con l’avvio del nuovo servizio ogni utente della mensa scolastica delle scuole primaria di Pantianicco e dell’infanzia di Tomba avrà un “conto elettronico” personale per la gestione delle presenze in mensa e per il pagamento dei pasti usufruiti.
Infatti, col nuovo sistema, ad ogni utente verrà assegnato un codice identificativo personale, da utilizzare per effettuare le ricariche del proprio credito.

 

pastasciutta00 600x350 BUONI MENSA ELETTRONICI E CIBI BIO NELLE SCUOLE DI MERETO DI TOMBA

 

 

I “conti elettronici” potranno essere ricaricati con una somma che sarà decisa da ogni genitore, in base al numero dei pasti che si prevede di consumare nell’arco di tempo fino alla successiva ricarica. Per ricaricare il “conto elettronico” ci saranno diverse possibilità, sia online, che in contanti presso un punto vendita locale.
Il credito residuo, il numero di pasti consumati e i giorni di presenza degli alunni si potranno controllare direttamente online; quando il credito non sarà sufficiente a coprire le spese del pranzo i genitori verranno avvisati via sms.
Via internet, tramite sms, oppure contattando un apposito numero telefonico si potranno comunicare gli eventuali giorni di assenza.
L’appalto prevede la gestione del servizio a ridotto impatto ambientale; l’utilizzo di prodotti provenienti da agricoltura biologica (pane, pasta e derivati, riso, farina di mais, carne bianca, uova, pomodori e prodotti trasformati, carote, legumi, latte, yogurt, burro, olio di oliva extravergine, aceto di mele, ecc.); prodotti identificati come DOP, IGP, tipici o tradizionali (Asiago, Montasio, Parmigiano Reggiano, prosciutto crudo San Daniele, bresaola) e articoli identificati come provenienti dal Mercato Equo e solidale.
Nel capitolato di gara è stato inoltre previsto il ritiro e la distribuzione di generi alimentari eventualmente eccedenti e non utilizzati.

 

Commenti






Author: vivicodroipo.com

Share This Post On