Si vota per il nome del nuovo comune che potrebbe unire Flaibano, Mereto di Tomba e Sedegliano

Inizia il percorso partecipativo in vista del referendum consultivo per la fusione tra i Comuni di Flaibano, Mereto di Tomba e Sedegliano. Si cominciano infatti a muovere i primi passi in vista della primavera 2017, momento in cui i cittadini dei tre comuni si esprimeranno per il percorso di fusione, e si parte proprio con la scelta del nome del nuovo comune.

Nei giorni scorsi, è stato diffuso su tutto il territorio interessato un volantino con l’invito a partecipare alla scelta della denominazione del Comune derivante dalla fusione ed è stata attivata una pagina facebook per ricevere suggerimenti da tutti i cittadini. Cinque possibili nomi sono stati proposti da un gruppo di lavoro formato da cittadini dei tre comuni sulla base di considerazioni storiche e territoriali e sono “Castellieri nel Friuli”, “Cjastelîrs”,  “Corno-Tagliamento”, “Cortines dal Friûl”, “Treborghi del Friuli”. Accanto a questi, sono stati aggiunti i nomi che hanno avuto maggior preferenze e segnalazioni da parte diretta dei cittadini e sono “Castelliere del Friuli” e “Cjastelîr”. Inoltre, rimane una riga aggiuntiva per la possibilità di esprimere una preferenza diversa da quelle già indicate.

Si avvia così il precorso di fusione attraverso la scelta del nome per il quale viene coinvolta direttamente la popolazione. “Abbiamo dato inizio ad un percorso di portata storica e vogliamo affrontarlo assieme alla popolazione in tutte le sue fasi più cruciali e sicuramente la scelta del nome è una di queste. In questi giorni siamo tutti e tre impegnati sul territorio per spiegare le ragioni di una scelta che consegna nelle mani dei cittadini la scelta di che futuro dare ad un territorio” dichiarano i tre sindaci, Luca Picco di Flaibano, Massimo Moretuzzo di Mereto di Tomba e Ivan Donati di Sedegliano.

“A partire dal nome, cominceremo un percorso di approfondimento degli aspetti relativi alla fusione attraverso uno studio di fattibilità ed altre iniziative sostenute dalla Regione. Ci aspetta un anno di lavoro intenso ma anche molto stimolante.” Si parte dunque con l’iter scegliendo il nome del nuovo comune e per farlo basta recarsi in municipio nelle fasce orarie ricordate nel volantino diffuso e affisse all’ingresso dei municipi. Interessante il fatto che possano esprimersi tutti i cittadini a partire dai 16 anni di età.

La fusione tra le tre realtà amministrative del Medio Friuli porterebbe a un unico ente con una superficie di circa 95 km quadrati e una popolazione di oltre 7800 abitanti.

 

flaibano Si vota per il nome del nuovo comune che potrebbe unire Flaibano, Mereto di Tomba e Sedegliano

Commenti






Author: Staff

Share This Post On