08.03.2015 – Rugby giovanile in festa a Codroipo.

12 08.03.2015   Rugby giovanile in festa a Codroipo.

 

La festa della donna vissuta in compagnia, con tanti bambini felici di potersi scatenare in campo con i palloni ovali del rugby. Questa l’idea straordinaria dell’associazione Over Bug Line – Rugby Codroipo.

Tantissimi bambini coinvolti, ancor più i genitori, per festeggiare insieme, sin dal mattino. Chi porta dolci, chi prepara la griglia, chi sarà addetto alle bevande, tutti insieme, per festeggiare il primo anno d’attività del rugby nel campo di Goricizza. Un primo anno pieno di successi e soddisfazione.  Varie squadre impegnate nelle competizioni, suddivise in base alle età, fino agli under 14 e quella dell’8 marzo sarà un’altra grande occasione per avvicinarsi a uno sport che appassiona tutti i giovani. Dopo averlo vissuto in prima persona, nessuno riesce a staccarsene.

Si parla di partite, d’incontri, di campionati, di tornei, ma la definizione peculiare legata allo sport del rugby è sempre “Terzo Tempo”. Sono importanti i risultati conseguiti, ma non vi è classifica fino all’Under 14, giacché queste hanno valore relativo nel campo del rugby, soprattutto quello giovanile, dove conta maggiormente il comportamento tenuto in campo e fuori e l’atteggiamento verso i compagni e gli avversari.

Con l’Over Bug Line – Rugby Codroipo quest’anno per l’8 marzo si aspetta molto folta la presenza dei piccini under 6, under 8, under 10, ma gli under 12 e 14 saranno come sempre i più impegnati sia per la loro passione, sia per la responsabilità nei confronti dei più giovani. Le formazioni che si affronteranno saranno: San Vito al Tagliamento; Le Api (Fogliano Redipuglia); Bagnaria Arsa; Maniago e chiaramente i padroni di casa del Rugby Codroipo. A seguire ci saranno altri appuntamenti in casa il 12 aprile con un altro raggruppamento e l’evento più importante sarà il primo torneo città di Codroipo il giorno 7 giugno.

Sfogarsi in campo per volersi ancora più bene dopo. Assolutamente propedeutico per tutti, ma in particolare per i giovani che oggi trovano difficilmente situazioni positive da emulare, restando davanti al televisore.

Enorme lo sforzo organizzativo che la presidente Susana Greggio, unitamente a tutta la sua famiglia e con decine di volontari a collaborare per i monumentali “terzi tempi”. Con passione, impegno e dedizione nell’educazione dei piccoli e, data l’occasione, vorremmo vedere anche qualche mamma, zia, nonna o sorella a celebrare la festa della donna …. con un ovale tra le mani.

 

Commenti






Author: Staff

Share This Post On